Luigi Boccherini

 

6 Quartetti per archi op.15

Prima registrazione mondiale

AleaEnsemble si forma nel 2002 dall'incontro di Fiorenza de Donatis, Andrea Rognoni (violini), Stefano Marcocchi (viola) e Marco Frezzato (violoncello), considerati fra i migliori interpreti di musica antica della nuova generazione e desiderosi di eseguire con strumenti d'epoca il grande repertorio cameristico del classicismo e del romanticismo riscoprendo allo stesso tempo le migliori composizioni di autori ingiustamente poco noti.

Il nucleo di AleaEnsemble è costituito attorno all'ideale equilibrio del quartetto d'archi che può essere talvolta arricchito da altri elementi (contrabbasso, clavicembalo, fortepiano, chitarra, strumenti a fiato...).

I suoi componenti ricoprono il ruolo di prime parti e di solisti in celebri ensembles di musica antica quali Europa Galante, Accademia Bizantina, I Barocchisti, Tafelmusik, ed hanno consolidato la loro esperienza attraverso lo studio e la collaborazione abituale con musicisti come F. Biondi, O. Dantone, L. van Dael, S. Ritchie, C. Rousset, ed ensembles prestigiosi quali Les Talens Lyriques, Orchestra of the Age of Enlightenment, Zefiro, Amsterdam Baroque Orchestra, Concerto Köln, Le Concert d'Astrée, Il Pomo d'Oro.

I musicisti di AleaEnsemble sono convinti che la prassi esecutiva storicamente informata, insieme allo studio diretto delle fonti in tutta la loro possibile completezza (dai manoscritti autografi alle edizioni curate dai grandi virtuosi del XIX secolo), possa gettare nuova luce sull'interpretazione musicale del repertorio classico e romantico, e per la realizzazione dei loro progetti si sono avvalsi nel corso degli anni della preziosa collaborazione di musicologi, liutai e archettai animati dalla stessa passione. AleaEnsemble si è immediatamente distinto come interprete ideale delle opere di Luigi Boccherini realizzando per Stradivarius nel 2008 la prima registrazione integrale su strumenti d'epoca dei Quartetti Op. 2, che si è aggiudicata premi quali "Diapason d'Or" e "Choc de Le Monde de la Musique" imponendosi all'attenzione della critica internazionale come esecuzione di riferimento.

Anche l'incisione dei Quartetti per archi op. 77 e op. 42 di F.J. Haydn (pubblicata ancora per Stradivarius nell'anno Haydniano 2009), e quelle del Divertimento KV 563 di W.A. Mozart e dei Sei Duetti Concertanti Op. postuma per violino e viola di A.B. Bruni (MV Cremona) hanno riscosso un grande apprezzamento.

Nel 2012 AleaEnsemble è stato protagonista di un importante documentario prodotto e trasmesso dalla Televisione della Svizzera Italiana sul tema dell'invenzione del Quartetto per archi legata alle figure di F.J.Haydn e L. Boccherini, mentre per la Radio della Svizzera Italiana i membri di AleaEnsemble assieme al fagottista virtuoso Alberto Grazzi hanno realizzato un altro innovativo progetto Boccheriniano: l'esecuzione (trasmessa in diretta radiofonica) di alcuni Quintetti per archi in cui, secondo le indicazioni originali dell'autore, il fagotto sostituisce uno dei due violoncelli.

Fiorenza de Donatis

Stefano Marcocchi

Andrea Rognoni

Marco Frezzato

AleaEnsemble 2016

Copyright @ All Rights Reserved